Arezzo: minicar investe mamma e figlia

0

C’è ancora tensione ad Arezzo, dove una mamma di 50 anni e la figlia di 10 anni sono morte dopo essere state investite da un romeno ubriaco. L’uomo, che aveva un tasso alcolemico 4 volte superiore a quello consentito, ha rischiato il linciaggio da parte della folla

AREZZO-Una 50enne, Barbara Stepien Fiacchini, e la figlia di 10 anni sono morte dopo essere state investite da una minicar a Montione, in provincia di Arezzo. Alla guida del veicolo c’era un romeno, che secondo i primi rilievi, aveva un tasso alcolemico che superava di quattro volte il limite consentito quando è stato arrestato.

Dopo l’incidente ci sono stati dei momenti di tensione, tensione che si sente tuttora nel paese alle porte di Arezzo, poiché alcuni abitanti hanno minacciato di linciare il conducente del mezzo.

Arezzo: madre e figlia investite da minicar, morte entrambe

La madre della bambina, Barbara Fiacchini, era di origine polacca ed era sposata con un italiano. Al momento del fatto stava camminando lungo la strada, a quanto sembra sul marciapiede, con la bambina quando è stata investita dalla minicar guidata dal romeno.

La figlia è morta sul posto dopo vari tentativi di rianimazione, mentre la madre è deceduta poco dopo mentre veniva caricata sull’elicottero dell’elisoccorso. A causa dello choc un’operatrice sanitaria e il padre della bambina sono stati colti da un malore. Il conducente del minicar è stato invece portato in ospedale, dove è tuttora sorvegliato dalla polizia municipale, che ne sta verificando la posizione.