Milano: comunità ebraica preoccupata per bando moschee

0

La comunità ebraica di Milano ha espresso preoccupazione per il bando moschee: “Sì a nuovi luoghi di culto, ma puntare su inclusivi e pluralisti per far sì che non si privilegi l’Islam più integralista.”

LOMBARDIA-La comunità ebraica di Milano ha espresso molta preoccupazione per il bando varato oggi e che prevede l’assegnazione delle aree in cui è possibile erigere nuovi luoghi di culto “Temiamo che possa prevalere qualche forma legata all’integralismo islamico.”

Inoltre, come prosegue il comunicato stampa, “Le esperienze europee di moschee ispirate o appoggiate dai Paesi che esportano un Islam integralista (Qatar, Arabia Saudita, ecc.) abbiamo visto quali risultati abbiano portato in Belgio. Per la sicurezza di tutti, crediamo quindi opportuno puntare su luoghi di culto pluralisti e inclusivi dei tanti islam milanesi su partnership con Paesi islamici di salde tradizioni di tolleranza religiosa, come per esempio il regno del Marocco.”

Milano: le moschee devono diventare un luogo di sicurezza per tutti

Nella nota rilasciata ai media, la comunità ebraica milanese ha sottolineato il totale e storico appoggio nel rispetto del diritto di culto anche per le comunità islamiche, ma ha altresì precisato che le moschee devono essere un luogo di sicurezza per tutti.

“La nostra preoccupazione è che nel bando attuale, realizzato con le migliori intenzioni, possa emergere chi meglio adempie alle richieste burocratiche ed economiche, che non necessariamente rappresenterebbe l’Islam inclusivo e aperto di cui Milano ha bisogno.”