Siria: esplosione nella zona dell’aeroporto, probabile raid israeliano

0
epa03593130 A handout photo made available by official Syrian agency SANA (Syrian Arab News Agency) shows a thick black pall of smoke filling the air close to the site of a large explosion in the Syrian capital Damascus 21 February 2013. State media reported a 'terrorist explosion' which has claimed casualties. The blast occured in the Mazraa district of the city. EPA/SANA EDITORIAL USE ONLY/NO SALES EDITORIAL USE ONLY/NO SALES

La Siria torna a tremare: nelle prime ore di stamattina, una gigantesca esplosione si è verificata nella zona dell’aeroporto di Damasco. Il raid aereo, come affermato dalla televisione Al Manar, sarebbe da ricondurre ad Israele

MEDIO ORIENTE-La Siria torna a tremare: nelle prime ore di stamattina, una gigantesca esplosione è avvenuta nella zona dell’aeroporto di Damasco. Per il momento non si hanno notizie di vittime o di eventuali feriti.

Secondo quanto riportato da Al Manar, la televisione locale gestita dal movimento scita degli Hezbollah e che sta combattendo la guerra civile siriana a fianco delle truppe governative, la deflagrazione sarebbe stata provocata da un raid aereo israeliano.

Siria: nuova esplosione nella zona dello scalo, per il momento nessuna dichiarazione da parte di Israele

In passato, stando a quanto rivelato dal canale, Israele aveva già compiuto altri raid sui depositi di armi situati nell’area, poiché sospettava che appartenessero al movimento di Hezbollah.

Gli israeliani però non hanno mai smentito né tanto meno confermato queste notizie. Per quanto riguarda l’attacco di stamattina, per il momento non sono arrivate dichiarazioni o rivendicazioni da parte di Israele, ma sono attesi aggiornamenti nelle prossime ore.