Colonia: stranieri e rifugiati siriani tra gli assalitori

0

Colonia, continuano le critiche per le aggressioni della notte di Capodanno, quando numerosi gruppi di stranieri e rifugiati siriani hanno molestato sessualmente delle donne, sia sole sia accompagnate. Le passanti si sono ritrovate ad attraversare delle forche caudini di migranti pesantemente ubriachi. Denunciate altre aggressioni sessuali, tutte perpetuate da migranti, dalla Finlandia alla Svizzera

GERMANIA-Mentre gruppi di poliziotti in tenuta antisommossa stanno iniziando a presidiare sempre di più le strade di Colonia, non si placano le critiche per la risposta insufficiente delle forze dell’ordine davanti alle aggressioni che la notte di Capodanno hanno trasformato il centro della città in un vero e proprio inferno per le donne.

Solo o accompagnate, le passanti sono state molestate sessualmente, violentate e in alcuni casi anche ferite, da stranieri dai tratti somatici arabi e rifugiati siriani, considerati i principali assalitori. Per il momento le denunce sono salite a 121, ma potrebbero essere molte di più.

Colonia: violenze sessuali, emergono fatti inquietanti

Secondo il rapporto della polizia, uno degli assalitori si sarebbe rivolto alle donne che stavano per essere violentate “Sono siriano, dovete trattarmi amichevolmente, mi ha invitato la signora Merkel”, mentre altri avrebbero strappato il permesso di soggiorno davanti agli agenti, dicendo “Non potete farci niente, domani andremo a prendercene uno nuovo.”

Le molestie di Colonia non sono un fatto isolato: altre 70 aggressioni a sfondo sessuale sono state denunciate ad Amburgo, 12 a Stoccarda, 6 nella vicina Svizzera, mentre ce ne sono state diverse in Islanda, dove il fenomeno è nuovo e prima non era mai successo nulla a Capodanno. In Finlandia, la notte di Capodanno, ci sono state molestie sessuali diffuse nella piazza centrale e tre stupri nella stazione centrale, dove si erano radunati 1000 iracheni.