Flero: “Astro del ciel” zittito per non offendere i non cattolici, scoppia la polemica

0

È accaduto a Flero, nel bresciano, dove gli alunni di una scuola media non hanno potuto cantare le parole di Astro del ciel per non offendere i non cattolici e le altre fedi religiose. La decisione, presa dai dirigenti scolastici, ha fatto infuriare anche il capogruppo della Regione Lombardia “In alcune scuole c’è gente più islamica degli stessi musulmani!”

LOMBARDIA-Un fatto reputato “vergognoso” e che non ha mancato di far scoppiare la polemica: è quello accaduto a Flero, nel bresciano, dove gli allievi di un una scuola media non hanno potuto cantare le parole di Astro del ciel ad un “Saggio d’inverno” (non “Concerto di Natale, ndr.) per non offendere i non cattolici e le altre fedi religiose.

La decisione, presa dai dirigenti scolastici e per di più a pochi giorni dal Natale, ha scatenato la rabbia non solo dei genitori e delle persone che hanno assistito al concerto, ma anche dell’assessore alla cultura del piccolo comune bresciano, Elena Franceschini, che ha detto senza usare mezzi termini:

“Anche se lo Stato e la scuola si dichiarano laici nella loro autonomia, vorremmo che nelle scuole si facessero Concerti di Natale e non Saggi d’Inverno dove i ragazzi si sentano liberi di cantare “Astro del Ciel” senza pensare di poter offendere o escludere allievi che appartengono ad altre religioni, fedi o si dichiarano atei.”

Flero, la censura di “Astro del ciel” arriva fino a Milano e fa infuriare il capogruppo della Regione Lombardia “Vergognoso!”

Il fatto, accaduto al “Saggio d’Inverno” e che ha visto gli allievi non cantare una delle melodie natalizie più famose e conosciute, ha varcato però anche i confini regionali, arrivando fino a Milano, dove il capogruppo della Regione Lombardia di FDI ha espresso parole ancora più dure.

“Quanto accaduto a Flero è vergognoso!” ha tuonato infatti Riccardo De Corato “Nessuno ha mai discriminato nessuno con i canti di Natale a cui avrebbero potuto partecipare i bambini di tutte le religioni! Purtroppo però in alcune scuole c’è gente che è persino più islamica dei musulmani.”

Il gruppo dei Fratelli d’Italia, come rivelato da Brescia Oggi, presenterà domani un’interrogazione all’assessore dell’istruzione, chiedendo di intervenire. Quanto a Valerio Scolari, il parroco di Flero, si è detto molto sorpreso “Quantoaccaduto è assurdo, un gesto pesante e nello stesso tempo offensivo.”