Il backup automatico delle applicazioni di Android Marshmallow

0
Android M

Android 6.0, Android M o Android Marshmallow (chiamatelo come volete) ha introdotto tantissime novità molto gradite agli utenti. In primis è stato fatto un grande lavoro per cercare di migliorare l’autonomia del dispositivo che è la vera pecca di Android Lollipop.

Secondariamente sono stati aggiunti tantissimi controlli per cercare di gestire manualmente tutti i permessi delle applicazioni in modo da avere sempre tutto sotto controllo. Vi è poi una terza novità, forse quella più attesa da tutti i clienti: il backup automatico delle applicazioni installate sul dispositivo e dei relativi dati.

Grazie ad alcuni “studi” di Ars Technica possiamo svelarvi oggi alcuni dettagli su questa funzionalità che da un po’ di tempo non sta dando notizie. Sulla nuova distribuzione di Android il backup delle applicazioni c’è e funziona perfettamente. Google utilizza un proprio spazio che non va ad influire con lo spazio utente su Google Drive. Il backup viene eseguito automaticamente appena il dispositivo si trova in modalità stand by da più di un ora e sotto carica. Purtroppo però, ma sembra anche normale, il backup dovrà essere implementato direttamente dagli sviluppatori che dovranno quindi aggiornare manualmente tutte le loro applicazioni con il target API 23.