Italia: Renzi a Ue, “O si cambia, o è finita!”

0

Il premier Matteo Renzi duro e schietto dall’Italia nei confronti dell’Ue: “O si cambia strategia, con più crescita e meno burocrazia, oppure è finita”. E durante la sua intervista a Bloomberg, Renzi rivela che sta guardando con molto favore all’uscita dell’Inghilterra

ITALIA-Il premier Matteo Renzi, attraverso un’intervista rilasciata a Bloomberg, non le manda certo a dire “O l’Unione Europea si decide a cambiare strategia, oppure è finita! Ci devono essere più crescita e meno burocrazia nella sua agenda!” ha tuonato.

Il 18 e il 19 febbraio ci sarà un nuovo summit in cui si riuniranno tutti gli stati membri dell’Unione Europea. Come sottolineato da Renzi, un’uscita della Gran Bretagna dall’Ue sarebbe terribile, ma dall’altra parte non nega di guardarlo con favore. Anche perché, se il Regno Unito dovesse uscire, sarà questione di tempo perché lo facciano anche gli altri stati.

Italia: l’immigrazione sarà il problema chiave dei prossimi 12 mesi

Tuttavia, Matteo Renzi sottolinea che è preoccupato per la fine di Schengen, poiché se dovesse finire Schengen, finirebbe anche l’identità europea. Aggiunge inoltre che il tema dell’immigrazione sarà la patata bollente di cui ci si dovrà occupare nei prossimi 12 mesi e che occorrerà trovare un accordo con i Paesi Africani per sviluppare infrastrutture e costruire da loro.

Dal canto suo il ministro italiano dell’Economia, Pier Carlo Padoan, ha ribadito che l’Ue deve fare il possibile per facilitare il lavoro della Bce e ha inviato un messaggio rassicurante ai mercati, affermando che l’anno scorso il debito pubblico italiano è calato di diversi punti. Malgrado ciò, c’è da chiedersi per quanto il castello di carte dell’Ue riuscirà a reggere prima che crolli, considerando quello che sta avvenendo a livello di immigrazione e di ripristino delle frontiere.