Lugano: il Municipio continua a dimenticarsi dei Gotthard

0

Nonostante l’appello di Leo Leoni e un’interpellanza lanciata da Ferretti, Bernasconi e Caligari, il Municipio di Lugano continua a rimanere in silenzio davanti alla richiesta di dedicare un ricordo a Steve Lee, il frontman dei Gotthard scomparso in un incidente il 5 ottobre 2010

SVIZZERAIl Municipio di Lugano continua con il muro del silenzio davanti alla richiesta di dedicare un ricordo tangibile a Steve Lee, il frontman dei Gotthard scomparso in un incidente il 5 ottobre 2010 e considerato una delle voci più belle del panorama musicale, sulla piazza del Lac.

La lettera, inviata da Leo Leoni nel 2011 in rappresentanza di tutta la rockband a Giovanna Masoni pochi mesi dopo la morte del cantante, non ha mai ottenuto risposta. E questo nonostante il sindaco di allora, Roberto Bizzozero, avesse già lanciato l’idea di dedicare una via, un teatro o una piazza a Steve Lee.

Lugano, l’interpellanza a cinque anni dalla lettera di Leo Leoni “È una vergogna che lo scritto non abbia ancora avuto un seguito!”

Lo scritto, che Il Mattinonline aveva pubblicato integralmente già nel 2015, è stato oggetto anche di un’interpellanza lanciata da Davide Ferretti, Amarilli Bernasconi e Gian Paolo Caligari, che non hanno mancato di far notare che, nonostante i numerosi eventi organizzati nel corso degli anni, “Nel 2011 il suo amico e compagno di avventure Leo Leoni aveva chiesto mediante lettera al Municipio di Lugano un riconoscimento nell’ambito della futura inaugurazione del Lac.”

lettera-leo-leoniRiconoscimento però che non c’è stato visto che, come sottolineato, “L’esposto non ha ancora avuto un seguito”. Intanto a Porza, in alternativa alla proposta lanciata dal PPD di dedicare un sentiero al frontman, il Municipio ha proposto di intitolare la sala multiuso di Piazza Soldati a Steve Lee, come già avvenuto con il pilota di F1 Clay Regazzoni.

A Lugano invece si preferisce rimanere in silenzio, e questo nonostante Steve Lee l’abbia onorata con successo insieme al Canton Ticino in tutto il mondo e sia visto ancora oggi come un esempio da molti musicisti, sia ticinesi sia internazionali.