Migranti: ripristinati anche i controlli in Olanda

0

Nella giornata odierna, le autorità olandesi hanno comunicato che, a causa dell’ondata eccezionale di migranti, ripristineranno temporaneamente i controlli alle frontiere. Dopo l’Ungheria, la Serbia, la Germania, l’Austria e la Slovacchia, anche l’Olanda va ad aggiungersi alla lista di paesi europei che hanno deciso di ripristinare i controlli. Intanto si discute circa la collocazione di 40mila profughi tra Grecia e Italia

OLANDA-In Europa si stanno innalzando ovunque barriere contro l’ondata eccezionale di migranti che, da quest’estate, sono partiti dalle loro nazioni di appartenenza per raggiungere l’Europa.

Dopo le condanne della Germania all’Ungheria, che ha deciso di erigere una barriera di filo spinato, e alla Serbia, che sta pensando di fare altrettanto, la nazione tedesca si è trovata però obbligata a ripristinare i controlli alle frontiere. Come la Germania, anche l’Austria e la Slovacchia hanno ripristinato i controlli lungo i confini, e oggi, a questa lunga trafila di nazioni, si va ad aggiungere anche l’Olanda.

Olanda: controlli ripristinati alle frontiere per fronteggiare la grande ondata di profughi e di migranti

Secondo quanto comunicato dalle autorità, l’Olanda ripristinerà i controlli già nelle prossime ore. In merito il ministro della Sicurezza Klaas Dijkhoff, da Bruxelles (Belgio), ha dichiarato: “Faremo come la Germania. Ripristineremo controlli provvisori ai confini, come ci autorizza Schengen”.

Le pattuglie della polizia inizieranno a circolare lungo il confine con il Belgio e la Germania tra poche ore, di modo da capire se la corrente di migranti si sposta verso l’Olanda. Intanto si sta discutendo circa la collocazione di 40mila migranti tra Grecia e Italia.