Siria: ucciso rapper tedesco. Era diventato reclutatore dell’Isis

0

Un rapper tedesco, noto con lo pseudonimo di Deso Dogg, è stato ucciso due settimane fa in Siria dalla coalizione americana. L’uomo era diventato uno dei reclutatori più influenti dell’Isis

SIRIA-Continuano le sorprese europee in Siria, anche se non sono per niente gradevoli: dopo il caso del panettiere belga che ha combattuto nelle file dell’Isis e che è riuscito a tornare in Belgio e alla sua attività, stavolta è un rapper tedesco a far parlare di sé per essere stato uno dei reclutatori più influenti dell’organizzazione terroristica.

Denis Cuspert, un rapper tedesco conosciuto con lo pseudonimo di Deso Dogg, è stato ucciso in un raid americano. Il suo nome era finito nella lista nera degli Usa, dopo essere apparso in diversi video e in uno dei quali teneva la testa di un uomo decapitato.

Siria: Denis Cuspert aveva minacciato direttamente la Germania in un video

Lo scorso aprile, Denis Cusper aveva rivolto minacce dirette alla Germania “In Francia sono arrivati i fatti. In Germania i dormienti aspettano” diceva il rapper tedesco, mentre scorrevano le immagini degli attentatori di Parigi, della redazione di Charlie Hebdo e del supermercato kosher “Anche se sei in Germania, fai la tua jihad.”

Il rapper, che aveva assunto il nome di Abu Talha Al-Almani, si era unito all’Isis nel 2012 dopo la conversione all’Islam radicale e il suo avvicinamento al gruppo filo-jihadista tedesco Millatu Ibrahim. Il mezzo su cui viaggiava è stato colpito il 16 ottobre da un raid americano: la notizia era stata diffusa il 17 dagli attivisti della città, ma è stata confermata oggi da fonti americane.