Svizzera: entro fine 2016 previsto accordo con Ankara per migranti

0

La Svizzera sta negoziando con Ankara sulla riammissione dei profughi, offrendo in cambio la cancellazione dell’obbligo del visto per i cittadini turchi. Un’intesa dovrebbe essere raggiunta per la fine del 2016

EUROPA-In merito al patto migratorio stipulato tra l’Unione Europea e la Turchia, la Svizzera sta negoziando con Ankara per la riammissione dei profughi. In particolare, Berna spera di ottenere una soluzione soddisfacente per entrambi entro la fine del 2016.

L’accordo prevede, in cambio della riammissione dei profughi, la cancellazione dell’obbligo del visto per i cittadini turchi. Pur non facendo parte dell’UE, se questo esonero dovesse realizzarsi, la Svizzera sarebbe tenuta ad aderirvi.

Svizzera: difficoltà di dialogo con Ankara

Tuttavia, malgrado l’accordo sia simile a quello già ottenuto da Bruxelles, il dialogo tra l’Unione Europea e Ankara è sottoposto a tutta una serie di condizioni che potrebbero far saltare il tavolo da un momento all’altro.

Attualmente le discussioni stanno infatti procedendo molto a rilento, perché il presidente Erdogan ha espresso il suo rifiuto secco davanti alla richiesta di Bruxelles di ammorbidire un po’ la legge antiterrorismo turca, considerata non conforme con le norme europee. Oltre a questo, la Turchia sarà chiamata anche a rispondere sugli altri obblighi relativi ai diritti umani e che hanno fatto parlare ancora dopo l’accettazione da parte del Bundestag di riconoscere il genocidio degli armeni.