ARM integrerà in Android l’ Energy Aware Scheduling

0
ARM Energy Aware Scheduling

La maggior parte dei processori utilizzati dalle varie società sono prodotti dalla ARM, nota società che detiene praticamente un monopolio se parliamo di processori legati al mondo mobile. Fino ad ora la maggior parte dei processori ARM sono montati su sistemi Android, basati su piattaforma Linux.

Uno dei principali svantaggi di questo sistema operativo è di certo il consumo energetico. Gli smartphone diventano sempre più potenti, tuttavia i consumi sono talmente alti che riesce difficile riuscire a concludere la giornata di utilizzo. Ecco quindi che ARM ha pensato di introdurre l’Energy Aware Scheduling, che noi chiameremo EAS.

Praticamente fino ad ora un determinato task in attesa (un operazione che deve eseguire la CPU praticamente) viene assegnato al primo core libero da operazioni in modo da puntare sulle prestazioni massime. Con EAS si cambia direttiva. I task in attesa vengono assegnati a core già impegnati in altre operazioni in modo da risparmiare quella risorsa energetica volta a risvegliare i core inattivi. Tuttavia le prestazioni ne risentiranno leggermente. Tuttavia questa scelta è stata presa perchè i dispositivi odierni sono diventati così veloci che la “latenza” generata da questa operazione non sarà nemmeno percepibile.