Calais: partiti i primi bus carichi di migranti, oggi lo sgombero della Giungla

0

A Calais è iniziato lo sgombero della Giungla, il più grande campo profughi d’Europa: i primi profughi, 50 sudanesi, sono partiti alle sei di stamattina a bordo di un bus per il Burgundy, mentre altri 60 bus partiranno in giornata

EUROPA-Dopo gli ultimi scontri di ieri notte, stamattina a Calais, in Francia, è cominciato lo sgombero della Giungla, il più grande campo prufughi d’Europa che ospitava più di seimila migranti diretti verso l’Inghilterra.

Un primo bus, con a bordo 50 sudanesi, tra cui anche donne e bambini, è partito stamattina alle sei per il Burgundy, ma in giornata ne partiranno altri 60. Due accompagnatori dovranno garantire che le trasferte si svolgano nella calma.

Calais, lo sgombero della Giungla: tutto tranquillo e sotto controllo

Fonti locali hanno ribadito che lo sgombero della Giungla si sta svolgendo in modo tranquillo e che la situazione sarebbe sotto controllo. I migranti, già alle prime ore del mattino, avevano cominciato a radunarsi nei punti di raccolta predisposti dalla polizia francese.

I profughi saranno smistati nei centri di accoglienza presenti su tutto il territorio francese. Il Governo ci ha tenuto a sottolineare che si tratta di un’operazione umanitaria, fatta per chiudere la più grande baraccopoli francese nata 18 mesi prima e abitata da migranti che sognavano di passare la Manica e di entrare poi nel Regno Unito.