Cina: proteste contro la sparizione dei librai

0
Cina

In Cina si stanno facendo sempre più incessanti le proteste contro la sparizione di cinque persone legate ad un editore che produce libri “pericolosi” per il Governo. Non è ancora infatti chiaro dove siano stati portati i cinque librai che sono stati “fatti sparire” dagli agenti della sicurezza cinese

CINA-Non si placa la protesta contro la sparizione di cinque persone, tutte legate ad un editore che produce libri considerati “pericolosi” per il Governo: C.Y.Leung ha infatti riportato che non si sa dove siano stati portati i librai che sono stati fatti sparire.

La cosa certa è che, ancora una volta, i responsabili si celano tra gli agenti della sicurezza cinese, gli unici a sapere che fine abbiano fatto queste persone. Tante le accuse scaturite dai leader dell’opposizione politica di Hong Kong.

Cina, rivelati alla CNN particolari scottanti circa la sparizione di un libraio

Albert Ho, un avvocato a favore della democrazia, avrebbe fatto delle rivelazioni molto scottanti alla CNN a proposito della sparizione di uno dei cinque librai, Lee Bo, di anni 65. Secondo quanto riferito, il libraio sarebbe stato portato via contro il suo volere e non si troverebbe più in Cina. Non è chiaro però se sia stato portato in uno stato vicino o se gli sia toccata una sorte ben più crudele.

Tutte le persone scomparse erano legate alla Causeway Bay Books, conosciuta non solo per le vendite molto alte in Cina, ma anche per la pubblicazione e la messa in circolo di libri considerati sovversivi dall’attuale Governo.