Federico Moccia a processo per evasione fiscale

0

Federico Moccia, lo scrittore e regista dei giovani, sarà processato per evasione fiscale. Stando a quanto rivelato da Il Corriere avrebbe gonfiato le spese del film Scusa ma ti chiamo amore, indicando prestazioni mai ricevute

LAZIOFederico Moccia, lo scrittore e regista che ha raccontato gli amori e le insicurezze giovanili, sarà processato per evasione fiscale. Stando a quanto rivelato da Il Corriere avrebbe gonfiato le spese del film Scusa ma ti chiamo amore, indicando prestazioni mai ricevute.

Lo scrittore, cercando di difendersi dalle accuse dei pm, ha detto che mancano ancora degli estratti conto riguardo alle prestazioni che gli sono state contestate, ma di aver presentato una regolare dichiarazione dei redditi.

Federico Moccia nei guai, spese gonfiate per il suo film

Secondo quanto rivelato dal pm Mario Dovinola, l’autore avrebbe evaso 1,4 milioni di euro di tasse. Moccia, apparso davanti al giudice, ha sostenuto di aver già presentato, in un altro procedimento, gli assegni che testimoniano i pagamenti, ma è stato bacchettato in aula perché mancavano degli estratti conto.

Giulio De Sanctis, su Il Corriere della Sera, ha rivelato che i fatti contestati risalgono al 2007-2008, quando Moccia si sarebbe rivolto a due società distinte per intervistare persone in tutta l’Italia per avere punti di vista differenti per creare la scenografia.

Un lavoro imponente, ma che scricchiolerebbe, visto che dopo essere giunti in una delle sedi delle due società, i militari della Guardia di Finanza non hanno trovato altro che locali vuoti.