Grandi progetti per il sito archeologico di Pompei

0

Doppio appalto per gli interventi di restauro del sito archeologico di Pompei. Al via la messa in sicurezza degli scavi nelle Regiones per 15,7 milioni

NAPOLI-La Mibact, la Sovrintendenza speciale per gli scavi di Pompei, Ercolano e Stabia, ha indetto un bando per il restauro del sito archeologico di Pompei. Tra i progetti, oltre alla messa in sicurezza degli scavi nelle Regiones, anche l’adeguamento delle case demaniali a servizio dell’area archeologica per 2,6 milioni. Nel complesso il costo dell’opera di restauro sarà di 20 milioni, 85 in meno rispetto ai 105 messi a disposizione per il sito archeologico di Pompei.

L’intento della Mibact, oltre a quelli citati soprastante, è di porre in sicurezza il sito archeologico di Pompei, già protagonista di diversi crolli, e di ridurre al minimo il rischio idrogeologico.

Pompei: grandi progetti per il sito archeologico. La Mibact istituisce un doppio appalto per le opere di restauro

Dei quasi 20 milioni messi a disposizione per il restauro del sito archeologico di Pompei, 57.499 euro saranno destinati a coprire i costi dell’attuazione di misure volte alla repressione della criminalità e alle infiltrazioni di tipo mafioso. Secondo il bando della Mibact, nel complesso la durata del cantiere per le opere di restauro del sito di Pompei sarà di 1050 giorni.

La procedura di restauro sarà finanziata con i fondi ordinari dello Sspes. La spesa generata dall’intervento sarà anche sostenuta dai fondi del Grande progetto Pompei, nell’ambito del programma operativo interregionale “Attratori culturali, naturali e turismo.”

Il bando per il restauro del sito archeologico di Pompei scadrà il 7 ottobre 2015.