Iraq: Mosul, Al Baghdadi si troverebbe in città “Se verrà ucciso, l’Isis cadrà.”

0

Continua l’offensiva delle truppe irachene e curde contro l’Isis: stando alle ultime notizie, il “Califfo” Al Baghdadi si troverebbe a Mosul, in Iraq: “Se verrà ucciso, l’Isis cadrà e la città si trasformerà nel cimitero dei miliziani.”

MEDIO ORIENTE-Le truppe irachene e curde, dopo aver conquistato l’edificio della tv a Mosul, in Iraq, adesso avanzano anche dal fronte ovest. Ad annunciarlo è stato il generale che sta guidando l’offensiva contro l’esercito dell’Isis.

“Lasceremo un varco aperto ai seguaci di Al Baghdadi a ovest” ha aggiunto, “Sarà un corridoio della morte per loro. Li spazzeremo via con i raid aerei. La zona diventerà un cimitero per gli jihadisti.”

Iraq: il maltempo ostacola le operazioni militari

Secondo quanto riferito da fonti sul posto, Al-Baghdadi, il “Califfo” dell’Isis, si troverebbe a Mosul. Come precisato dal generale, se i peshmerga e l’esercito iracheno lo uccideranno, l’Isis cadrà.

L’esercito alleato però sta incontrando difficoltà, soprattutto sul fronte est, a causa del maltempo. La visibilità ridotta ha obbligato le truppe a fermarsi, mentre i droni e gli aerei di ricognizione sono rimasti a terra a causa delle nuvole basse.

califfo-isis-2Intanto continuano ad arrivare notizie allarmanti. Martedì 1 novembre 2016 i miliziani avrebbero rastrellato tutti i giovani maschi e ora li terrebbero prigionieri nelle moschee del centro, mentre nel quartiere di Kharama i civili si sono barricati nelle case e adesso aspettano solo l’arrivo dei liberatori.