Ivanka Trump licenziata da NordStrom “Troppi conflitti di interesse”

0

La NordStrom, per un motivo di conflitti di interesse, ha “licenziato” Ivanka Trump e ha cancellato i suoi prodotti dalla lista, ma subito dopo le critiche del presidente il titolo è schizzato in borsa

STATI UNITI-Guai per Ivanka Trump, figlia del neo eletto presidente degli Stati Uniti: la NordStrom ha letteralmente rescisso il suo contratto e cancellato anche i suoi prodotti dalla lista per motivi di conflitto di interesse.

Subito dopo Donald Trump ha attaccato duramente i vertici dell’azienda su Twitter, ma a sorpresa, il titolo è schizzato in borsa, mentre Intel, su cui il tycoon ha investito 7 miliardi di dollari per l’apertura in Arizona di una fabbrica, ha ristagnato nonostante l’annuncio del repubblicano.

Ivanka Trump e la guerra in borsa

Sembra quindi che, dopo le braccia incrociate da parte di molte aziende americane, anche la Borsa abbia deciso di far guerra a Donald Trump. Ma non solo: pare che molte ditte, per fare un dispetto al nuovo presidente, abbiano deciso di dislocare in Messico e in Asia malgrado le promesse arrivate dalla Casa Bianca.

Per quanto riguarda i grandi magazzini NordStrom, la decisione di rescindere il contratto con Ivanka Trump è arrivata cinque giorni fa. Ufficialmente per via delle vendite deludenti dei capi di abbigliamento disegnati dalla First Daughter, ma nei fatti si sospetta che il licenziamento sia arrivato a seguito dei boicottaggi anti-Trump di cui sono stati oggetto.