Locri: arrestato un presunto narcotrafficante già condannato in Belgio

I Carabinieri hanno arrestato a Brancaleone, un paese poco distante da Locri e in provincia di Reggio-Calabria, un presunto narcotrafficante già condannato a quattro anni in Belgio e residente in Germania. Si trovava a casa della madre

REGGIO-CALABRIA-I Carabinieri hanno arrestato a Brancaleone, un paese poco distante da Locri, Saverio Romeo, di anni 59, ritenuto un narcotrafficante internazionale e residente da diverso tempo in Germania.

L’uomo, che si trovava a casa della madre, è stato arrestato in esecuzione ad un mandato di cattura europeo emesso dalla Magistratura del Belgio per il reato di associazione a delinquere finalizzato al narcotraffico internazionale tra la Colombia, i Paesi Bassi e il Belgio.

Locri: Romeo era già stato condannato a quattro anni di reclusione in Belgio

L’uomo era già stato condannato a scontare quattro anni di reclusione in Belgio. L’inchiesta, condotta dalle autorità belghe e che hanno portato all’arresto dell’uomo, ha dimostrato che Romeo trasferiva grosse quantità di denaro sul conto di uno dei dirigenti dell’organizzazione criminale quando si trovava in Colombia nell’ambito delle trattative su importanti traffici di cocaina.

Romeo avrebbe messo a disposizione la sua casa in Germania per organizzare i trasferimenti di denaro. Proprio per questi fatti, lo scorso 2 febbraio 2016, era stato condannato dal Tribunale di Prima Istanza di Limburgo (Belgio) a quattro anni di galera.