Siria: saltano i negoziati di pace a Ginevra

0

In Siria si continuerà a combattere e a morire: saltati i negoziati di pace a Ginevra. L’opposizione “Assad se ne deve andare!”, ma il regime ribatte “Decideremo se tornare ai colloqui”. E la Francia accusa “Con l’offensiva di Aleppo, il Governo e i suoi alleati russi fanno fallire le trattative!”

GINEVRA-Ad appena due giorni dal loro inizio, sono stati bloccati i negoziati per la Siria. I più, come l’inviato Onu della Siria Staffan de Mistura, hanno ribadito che si tratta di un blocco temporaneo, ma la verità è che al loro posto sta trionfando la guerra, e in una delle fasi più cruente.

Nelle intenzioni di de Mistura, nella città svizzera si sarebbero dovute porre le basi per i colloqui tra il regime di Assad e le opposizioni, volti a terminare cinque anni di conflitto e che è già costato 250’000 morti e ben 11 milioni di profughi.

Siria: ad Aleppo si sono intensificati gli attacchi

Proprio in questi giorni, ad Aleppo, si sono intensificati gli attacchi delle forze lealiste. Per questo motivo ieri il portavoce del principale gruppo d’opposizione, Riad Hijab, ha detto che tornerà al tavolo e che ci sarà un cessate il fuoco solo se sarà prevista una transizione senza Assad.

Da parte sua la delegazione del governo di Damasco ha accusato l’opposizione di ritirarsi perché sta perdendo sul campo e che non è scontato che tornerà al tavolo delle trattative. Dure le accuse del ministro francese Fabius, che ha accusato il Governo siriano e i suoi alleati di aver fatto saltare i colloqui di pace con l’offensiva di Aleppo.