Terremoto Centro Italia: il sisma torna a far paura, 60 scosse tra Umbria e Marche

0

Terremoto Centro Italia: 60 scosse tra l’Umbria e le Marche, che hanno tenuto con il fiato sospeso e che sono state avvertite anche in Gorizia e nel Veneto. Persone in strada, danni agli edifici, ma non si registrano vittime

CENTRO ITALIA-Dopo il violento sisma del 24 agosto 2016, che ha distrutto Amatrice, Accumoli e gli altri paesi nelle vicinanze, la terra è tornata a tremare ieri sera e stamattina tra l’Umbria e le Marche.

La prima scossa, avvenuta intorno alle 19.29, ha avuto come epicentro Castelsantangelo sul Nera, poco distante da Norcia. Alle 21.15, un’altra ondata sismica, più violenta, si è fatta sentire a Preci. A Terni e a Roma, per la paura, le persone sono scese in strada.

Terremoto Centro Italia: tanta paura, ma nessuna vittima

Un ultimo sciame sismico, avvenuto intorno alle 10.21 di stamattina e con una magnitudo di 4.4, ha colpito ancora Castelsantangelo sul Nera. Per precauzione, il governo ha diramato lo stato di emergenza in tutte le zone colpite dal nuovo terremoto, anche se per il momento non sembrano esserci vittime, se non feriti e tanto spavento.

Il Consiglio dei Ministri, riunitosi stamattina, ha già stanziato un credito di 40 milioni di euro. Oggi pomeriggio il premier Matteo Renzi si recherà nelle zone colpite dal sisma, in particolare a Visso e a Camerino, dove sono stati registrati i danni più gravi agli edifici.