Torino: ecomafie, oltre 6100 denunce

0

Presentato oggi a Torino il rapporto sulle ecomafie. Secondo quanto riportato dal documento, che è stato redatto da Legambiente durante il 2015, nel Nord ci sarebbero state ben oltre 6100 denunce nei confronti delle ecomafie. I più a rischio sono il settore dell’edilizia e lo smaltimento dei rifiuti

TORINO-È un rapporto molto allarmante quello che è stato presentato oggi a Torino dall’associazione Legambiente. Secondo le cifre raccolte durante il 2015, il Nord non è esente dal fenomeno delle ecomafie, dove la maggior parte dei reati si registrano nel settore dell’edilizia e dello smaltimento dei rifiuti.

La Liguria è segnalata dalla Legambiente come la prima regione a Nord per quanto concerne gli illeciti commessi a livello ambientale, con 1526 infrazioni. Seguono la Lombardia, dove si concentra la maggior parte della ‘ndrangheta, con 419 denunce e 262 infranzioni nel ciclo illecito del cemento e dell’edilizia.

Torino: presentato il rapporto 2015 di Legambiente sulle ecomafie. La Liguria conduce la classifica, seguita dalla Lombardia, dal Piemonte, dal Veneto e dall’Emilia Romagna

Il Piemonte, il Veneto e l’Emilia Romagna, situati in ordine di classifica subito dopo la Lombardia, non se la cavano altrettanto bene per quanto riguarda il fenomeno delle ecomafie, che anche se meno attive, sono comunque presenti nelle regioni.

Nel complesso, solo nel Nord e sono nel 2015, Legambiente ha registrato 5608 episodi di criminalità ambientale, che hanno portato a 1432 sequestri, a 6152 denunce e a 30 arresti.