AlpTransit: si avvicina la conclusione

0

L’AlpTransit, la monumentale galleria che cambierà non solo la mobilitazione in Svizzera ma anche nel resto dell’Europa, è quasi conclusa. La caduta degli ultimi due metri è prevista il 21 gennaio 2016 con una festa sul Monte Ceneri

SVIZZERA-Cinque chilometri di cavi da tirare, una trentina di tecnici e di giornalisti e una diretta che si preannuncia molto seguita non solo in Svizzera, ma anche nel resto dell’Europa: sono solo alcuni dei numeri di AlpTransit, la monumentale galleria che cambierà non solo la mobilitazione in Svizzera ma anche nel resto dell’Europa.

Il 21 gennaio 2016 è prevista la caduta degli ultimi due metri della galleria, nel diaframma principale del Monte Ceneri. L’unione dei tratti di Sigirino e di Vigana sarà salutata con grandi festeggiamenti, che si svolgeranno durante la giornata, e dalla diretta televisiva mandata in onda dalla RSI.

AlpTransit: delicata la decisione della data, ma finalmente si è trovato un accordo

La scelta della data è stato un momento molto delicato per AlpTransit, sia per i bisogni legati all’organizzazione dei festeggiamenti, sia per quella dei lavori. Si doveva infatti arrivare agli ultimi metri, ma non troppo presto, per non dover fermare tutto il cantiere.

Alla cerimonia sono state invitate 1500 persone, ma di queste, per il momento si sa che quelle effettivamente presenti saranno 1100. Di queste, ben 500 sono quelle che hanno partecipato in modo attivo ai lavori. Ci saranno inoltre i rappresentanti delle aziende coinvolte e delle autorità, tra le quali anche Claudio Zali, che è a capo del Dipartimento del Territorio della Svizzera Italiana.