Chiasso: arrestato frontaliere della droga

0

Un italiano di 35 anni, residente nella provincia di Varese, è stato arrestato lo scorso 20 gennaio 2016 a Chiasso con l’accusa di essere coinvolto in un traffico di eroina. Il frontaliere della droga, come è stato ribattezzato, faceva la spola tra la Svizzera e l’Italia

CANTON TICINO-Un italiano di 35 anni è stato arrestato lo scorso 20 gennaio 2016 a Chiasso: l’accusa è di essere coinvolto in un traffico di eroina tra la Svizzera e l’Italia. L’uomo, residente nella provincia di Varese, è stato posto in stato di fermo nel corso di un’inchiesta antidroga.

Dalle prime informazioni che sono emerse nel corso dell’inchiesta, l’uomo avrebbe preso parte da aprile 2015 ad un traffico di eroina e di cocaina dall’Italia alla Svizzera. Droga che poi spacciava sulle rive del lago di Lugano.

Chiasso: lo scorso dicembre era stato arrestato un altro italiano, anch’esso residente nella provincia di Varese

Per il 35enne l’accusa è quella di infrazione aggravata e di contravvenzione semplice della Legge Federale sugli stupefacenti. Nella migliore delle ipotesi se la caverà con una multa di diverse migliaia di franchi, ma nella peggiore, per lui potrebbero aprirsi anche le porte del carcere.

Nell’ambito della stessa inchiesta, come riporta il Ministero Pubblico, la Polizia Cantonale e la stessa Polizia Comunale di Lugano, lo scorso dicembre era stato arrestato un altro italiano, di 38 anni, sempre residente nella provincia di Varese. L’inchiesta è stata coordinata dalla Procuratrice pubblica Chiara Borelli.