Congo: via libera per 69 adozioni

0

Il governo del Congo ha sbloccato le adozioni per 69 bambini. Dieci di loro potranno raggiungere finalmente i genitori in Italia, ma per altri 150 è ancora in vigore il blocco, e questo nonostante siano già stati adottati

CONGO-Buone notizie per le famiglie adottive. Il governo della repubblica del Congo ha deciso di sbloccare le adozioni per 69 bambini, che erano state bloccate più di due anni fa, che così potranno raggiungere le loro nuove famiglie, alcune delle quali si trovano anche in Italia. Dieci bambini del Congo potranno finalmente raggiungere i genitori in Italia.

Per altri 1000 bambini invece per il momento le porte degli orfanotrofi rimarranno chiuse, mentre per altri 150, nonostante siano già stati adottati, permane il blocco. Sono più di due anni che la Repubblica del Congo ha sospeso le uscite dei bambini già adottati da famiglie di altri paesi, fatta eccezione per 31 bambini portati a casa dal ministro Maria Elena Boschi il 28 maggio 2014, grazie all’intervento del premier Matteo Renzi, per la gioia di 24 famiglie italiane.

Congo: finisce in parte il blocco delle adozioni. Il governo del Congo aveva posto i sigilli per episodi di corruzione e falsificazione di documenti

Il governo del Congo aveva deciso di bloccare le adozioni e l’espatrio dei bimbi, questo perché nel 2013 aveva scoperto episodi di corruzione e di falsificazione di documenti. Una decisione che aveva gettato nello sconforto le 130 famiglie che avevano già adottato dei bambini e che li stavano attendendo a casa a braccia aperte.

La revisione delle pratiche, effettuata dalle autorità congolesi, ha permesso di ritrovare 69 dossier in perfetto ordine. Sono scattate quindi le autorizzazioni per questi bambini a lasciare il Paese, mentre le altre dovranno aspettare fino a quando non verrà approvata in Congo la nuova legge sulle adozioni.