Insulta Catalogna e Barça gli rescinde il contratto

0
catalogna

Si è trattata della risoluzione più veloce del calcio spagnolo: dopo gli insulti alla Catalogna, il Barça ha deciso di rescindere il contratto a Sergi Guardiola. I fatti sono accaduti sui social nel 2013, ma il post incriminato era ancora in rete

CALCIO-Si è trattata forse della risoluzione più veloce del mondo del calcio, e non solo spagnolo, nonché la dimostrazione più lampante che spesso si paga quello che si pubblica sui social network: il Barcellona ha deciso di rescindere il contratto con Sergi Guardiola, firmato solo poche ore prima, perché i tifosi avrebbero scoperto dei post alquanto compromettenti.

catalognaL’attaccante maiorchino, nel 2013, aveva infatti pubblicato su Twitter una serie di insulti molto pesanti alla Catalogna. Classe 91, Guardiola era stato acquistato in mattinata per rinforzare il Barcellona B, ma i supporter non hanno gradito la serie di -Hala Madrid- e -Puta Cataluna- che Guardiola ha twittato il 26 ottobre 2013 dopo il Clasico di Liga vinto dai catalani contro il Real Madrid (2 a 1).

Calcio: la decisione già in serata dopo aver visto le frasi offensive che avevano fatto infuriare i tifosi

La decisione del Barcellona è già arrivata in serata, dopo aver visto gli insulti e le foto che avevano fatto infuriare i tifosi blaugrana. E così, complice Twitter, Guardiola si è visto sfumare un lauto contratto da parte della squadra.

“Il Barcellona comunica di aver rescisso il contratto di Sergi Guardiola dopo aver appurato che il giocatore in passato ha postato su Twitter alcune frasi offensive nei confronti del barcelonismo e della Catalogna.”