Iran vieta i pellegrinaggi alla Mecca

0

Le autorità dell’Iran hanno deciso di sospendere il pellegrinaggio minore (conosciuto come “Umra”) presso la Mecca fino a quando Riad non garantirà un migliore stato di sicurezza. Nel mese di settembre del 2015, a causa della calca, morirono migliaia di pellegrini

IRAN-Ancora tensione in Medio Oriente: le autorità iraniane hanno infatti deciso di sospendere il pellegrinaggio minore (conosciuto anche come “Umra”) presso la Mecca fino a quando Riad non potrà garantire condizioni migliori per quanto riguarda la sicurezza.

Lo scorso mese di settembre 2015, a causa della calca che si era assiepata nel luogo sacro all’Islam, morirono migliaia di pellegrini. L’annuncio tuttavia arriva anche in un momento molto delicato, poiché si sono infatti riaccese le tensioni tra l’Arabia Saudita e l’Iran, a causa dell’attacco all’ambasciata saudita di Teheran.

Iran condannato per l’attacco all’ambasciata, ma non l’Arabia Saudita per l’esecuzione sommaria del leader sciita

L’annuncio arriva a poche ore dalla condanna dell’Ira da parte dell’Onu per l’attacco all’ambasciata saudita di Teheran, ma non per l’Arabia Saudita, rea di aver ucciso la guida religiosa sciita che ha scatenato una violenta reazione in tutto il mondo.

Dopo la morte di Nimr al-Nimr in Arabia Saudita, il Consiglio delle Nazioni Unite ha invitato l’Iran a rispettare i suoi obblighi di proteggere le sedi diplomatiche. La tensione tra i due paesi rimane comunque molto alta e non è da escludersi che possa sfociare in nuovi attacchi di ben più grave portata.