L’Aquila ha riavuto il suo museo

0
l'aquila

A sei anni dal terribile sisma, l’Aquila ha voglia di ripartire. E lo fa mettendo in mostra i tesori che sono scampati alla furia e che sono ora custoditi nel Museo Nazionale d’Abruzzo (Munda). Presente anche il ministro Dario Franceschini

ARTE-Ancora segnata dal terribile sisma che l’ha scossa sei anni, l’Aquila vuole però ripartire e lo fa con l’inaugurazione di un nuovo museo, il Museo Nazionale d’Abruzzo (Munda), che ha trovato la sua casa nel borgo Rivera.

l'aquilaPresente anche il ministro Dario Franceschini, come come altri visitatori ha potuto rivedere da vicino il trittico di Beffi, le più belle Madonne dell’Abruzzo, fino a capolavori come Il Cristo e l’adultera di Mattia Preti o Il Cristo Deposto che arriva dal Duomo di Penne.

L’Aquila: molte opere erano danneggiate, ma ora sono di nuovo insieme ad altre nel museo

Molte di queste opere erano rimaste danneggiate a seguito del terremoto, ma ora sono di nuovo insieme ad altre nel nuovo museo, che non è altro che un ex macello riconvertito ad una funzione più onorevole.

l'aquila“Quando riapre un grande museo è sempre festa, ma all’Aquila lo è doppiamente perché è una restituzione alla città e al Paese. Solo nel settore del patrimonio culturale ci sono 150 cantieri privati aperti, 50 lavori già conclusi, 15 cantieri su interventi pubblici come questo già conclusi e decine ancora in corso” ha dichiarato il ministro Franceschini, commentando l’apertura del nuovo museo de l’Aquila.