Libia: formato il governo, ora serve fiducia

0

Libia, l’annuncio stamattina da parte di un inviato dell’Onu. Formato il nuovo Governo, ora serve la fiducia del Parlamento. Dopo l’entrata in carica, è probabile che ci sarà un intervento internazionale a sostegno dell’esecutivo

LIBIA-La notizia è stata confermata in Italia anche dal Ministro degli Esteri, Paolo Gentiloni “Dopo una notte di trattative, è arrivato il varo del nuovo governo libico da parte del consiglio presidenziale libico. Ora serve okay parlamento.”

Il nuovo governo, arrivato in un contesto ancora fragile e dove non si escludono altri attacchi da parte dell’Isis, è stato annunciato dall’inviato dell’Onu, Martin Kobler “Mi congratulo con il popolo libico e il Consiglio Presidenziale per la formazione del governo di accordo nazionale.”

Libia: Martin Kobler, “Esorto il Parlamento ad approvarlo”

Nel suo intervento, l’inviato dell’Onu ha anche esortato il Parlamento insediato a Tobruk a riunirsi prontamente per approvarlo. La risposta non è ancora arrivata, ma probabilmente, si saprà già qualcosa nelle prossime ore.

Negli scorsi giorni, diversi Paesi europei hanno detto di essere pronti ad intervenire militarmente in Libia per sostenere il nuovo governo contro l’avanzata dell’Isis. A causa degli interventi sempre più frequenti a Raqqa, la roccaforte dello Stato Islamico, Al-Baghdadi aveva deciso di far confluire gli jihadisti in Libia, anche per la sua vicinanza all’Europa e per poter preparare altri attacchi terroristici come quello avvenuto a Parigi il 13 novembre 2015.