Licola: uccide la moglie e la figlia a colpi d’ascia

0

Tragedia a Licola, nel Napoletano: un uomo di 44 anni, ucraino, ha ucciso la moglie e la figlia di 4 anni a colpi d’ascia. Dopo aver compiuto il folle gesto, del quale non è ancora chiaro il movente, l’uomo avrebbe cercato di togliersi la vita: ora si trova in ospedale in stato di fermo

NAPOLI-Un’altra tragedia famigliare di cui non si conosce il perché: un uomo di 44 anni, ucraino, ha ucciso la moglie di 30 anni con un’ascia, dopodiché ha abbattuto la figlia di 4 anni con la stessa arma. I corpi delle vittime sono stati scoperti stamattina, mentre i carabinieri hanno iniziato ad indagare sul movente che avrebbe portato l’uomo a compiere quella follia omicida.

La scoperta è stata fatta dal titolare del vivaio in cui lavora l’ucraino. Non vedendolo al lavoro, ha deciso di recarsi presso la sua abitazione e si è trovato davanti una scena agghiacciante: madre e figlia erano state assassinate, mentre l’uomo, sporco di sangue, avrebbe tentato di togliersi la vita senza riuscirci.

Licola, ancora un’altra tragedia famigliare. L’assassino si trova ora in stato di fermo all’ospedale

L’uomo, che è stato immediatamente soccorso, si trova ora all’ospedale di Pozzuoli in stato di fermo. I carabinieri stanno sorvegliando la struttura per impedire che, una volta dimesso, tenti la fuga.

Il 44enne aveva cercato di ferirsi alla gola con la stessa arma con cui aveva compiuto il delitto ed è stato trovato dal titolare riverso a terra e in una pozza di sangue.