Papa Francesco: “Israele riapra i negoziati con i palestinesi”

0

Papa Francesco è tornato a parlare del processo di pace che si dovrebbe riaprire in Medio Oriente. Per il Vaticano è necessario e urgente promuovere un clima di fiducia tra israeliani e palestinesi, e riavviare i negoziati per raggiungere un accordo

VATICANO-Nell’incontro con il presidente israeliano Reuven Rivlin, Papa Francesco ha ribadito la posizione della Santa Sede in merito al conflitto che si sta consumando in Medio Oriente: è necessario e urgente che Israele riapra i negoziati con i palestinesi, affinché si possa raggiungere un accordo.

Come riportato da un comunicato della Santa Sede, durante il colloquio con il premier israeliano, Papa Francesco ha affrontato la situazione politica e sociale del Medio Oriente, segnata da diversi conflitti, con una particolare attenzione per i cristiani e per gli altri gruppi religiosi minoritari.

Papa Francesco: “Israele riapra i negoziati con i palestinesi.”

Sempre facendo riferimento a questo punto, Papa Francesco ha rimarcato l’importanza di un dialogo interreligioso e la responsabilità dei leader religiosi, sia palestinesi sia israeliani, nella promozione della riconciliazione e della pace. Con queste parole, il Pontefice ha lasciato trasparire la sua preoccupazione per la crescita del fenomeno dell’estremismo ebraico, protagonista anche di attentati contro obiettivi cristiani.

Il presidente Rivlin, qualche giorno fa, ha pronunciato un discorso netto nei confronti degli autori dell’attentato in cui ha perso la vita un ragazzo palestinese: “Purtroppo si è creato un clima che ha garantito una certa tolleranza nei confronti di questi estremisti. Ma io mi domando: che cosa c’è nell’atmosfera pubblica che permette all’estremismo, e a questi estremismi, di camminare sicuri per le strade?”