Stati Uniti: almeno 19 morti per tempesta neve

0

La tempesta di neve Jonas si è abbattuta nelle ore precedenti sugli Stati Uniti, provocando almeno 19 morti, di cui 3 solo a New York. Tutto chiuso nella City, ma anche a Baltimora e a Washington

STATI UNITI-La tempesta di neve Jonas non ha tradito le aspettative: non solo si è abbattuta sulla costa orientale con una puntualità a dir poco mostruosa, ma ha già provocato 19 vittime, 3 delle quali solo a New York, e lasciato 85 milioni di americani in stato di emergenza.

Per quanto concerne le vittime, stando alle prime informazioni fornite dai media statunitensi, si tratterebbe di persone che sono state colpite da infarto poche ore dopo che avevano iniziato a spalare la neve davanti alle proprie abitazioni.

Stati Uniti: disagi in tutto il Paese

Non si contano i disagi che si stanno verificando in queste ore in tutto il Paese: almeno 10mila i voli aerei cancellati, mentre le autostrade sono diventate una vera trappola per gli automobilisti. Migliaia di persone sono rimaste senza corrente elettrica, mentre nel New Jersey e nel North Carolina, è scattato un allarme inondazioni che ha portato all’evacuazione di centinaia di persone.

L’emergenza ha colpito in tutto 11 stati, ma è a New York che si è verificata la situazione peggiore, dove Jonas è arrivato prima di passare a colpire anche Philadelphia e le città del sud. Le previsioni hanno annunciato che la neve raggiungerà i 60 centimetri, e anche di più, e per questo motivo le autorità hanno adottato le decisioni più drastiche: divieto assoluto di circolazione, stop delle linee ferroviarie, chiusura dei ponti e dei tunnel di accesso a Manhattan “State in casa e lontano dalle strade.”