Svizzera: Violier suicidatosi per truffa vini

0

Svizzera, Benoît Violier si sarebbe suicidato a seguito di una perdita milionaria provocata da una maxi truffa su dei vini pregiati che non sono mai arrivati. La truffa, organizzata da un’azienda vinicola, che ha dichiarato la bancarotta lo scorso 30 novembre 2015

SVIZZERA-Una truffa orchestrata ad arte e finita in tragedia: sarebbe stata questa la causa del suicidio di Benoît Violier, lo chef stellato del ristorante Hotel de Ville di Crissier (Vaud). Secondo quanto rivelato dal Bilan, il quotidiano economico della Svizzera Francese, Violier si sarebbe tolto la vita a seguito delle enormi difficoltà finanziarie che sarebbero derivate dalla truffa perpetuata da quest’azienda vinicola.

I fatti risalgono all’anno scorso, quando l’azienda vinicola di Sion (sempre in Svizzera) sarebbe riuscita a piazzare presso diversi ristoranti, compreso quello di Violier, senza tuttavia mai averle nella propria cantina, delle costosissime bottiglie di vino che non sono mai state consegnate.

Svizzera: una truffa da oltre un milione che è costata cara allo chef

Come riportato dalla rivista, all’Hotel de Ville la truffa sarebbe costata tra i 720’000 e gli oltre 1,7 milioni di euro. L’azienda vinicola, dopo aver incassato il denaro, avrebbe dichiarato la bancarotta il 30 novembre 2015 e uno dei partner sarebbe stato anche arrestato.

Travolto dai debiti sempre più pressanti, gli ultimi mesi di vita di Violier sarebbero stati alquanto tormentati. Lo chef è stato sepolto ieri a Charente-Maritime, in Francia, dove vivono ancora la madre e i suoi sei fratelli.